Sesso nei parchi di Amsterdam

by QualcunodalWeb on 28 settembre 2016





Sesso in un parco pubblico ad Amsterdam

Finalmente io e la mia ragazza abbiamo coronato il sogno di visitare l’Olanda. Dopo un insospettato giro nelle isolette e tra i villaggi dei pescatori abbiamo ovviamente concluso la nostra vacanza con una puntatina di tre giorni ad Amsterdam e non siamo riusciti a resistere alla tentazione di provare uno dei parchi in cui è consentito fare sesso.

Questi olandesi sono dei grandi. Il regolamento è giustamente molto severo, ma basta evitare le zone riservate ai bambini e appartarsi lontano.
Siccome non avevamo mai fatto sesso all’aperto, anche se lì era permesso, francamente ci sentivamo in imbarazzo a metterci a scopare… ehm… Così abbiamo fatto sesso orale.

È stato bellissimo, emozionante direi

Me ne stavo con la schiena appoggiata ad un albero e i pantaloni abbassati. Francesca mi succhiava il pisello sentivo tutta una pace intorno, gli uccelli che cantavano sugli alberi e poi lei si è fatta venire in bocca.

Game over, lei si spoglia, io mi rivesto e le lecco tutta la fica finché non inizia a gemere.

Poi mi accorgo che qualcuno ci guarda

Lei viene e sospira di piacere. Sollevo lo sguardo e vedo una bella donna dietro di lei con un uomo al suo fianco. Erano olandesi ma parlavano bene l’inglese. Franci si stava incazzando perché non le piace essere guardata in certe situazioni intime. Così si sistema la gonna e fa per cacciarli via. Ma la donna alza una mano e ci dice:

Can we stay here? This is my husband! I’m sorry for bothering you!

Aveva una voce così amabile e rassicurante.

Here?

le fa Francesca tutta rossa per l’imbarazzo,

not really! We want to stay alone!

You were so sweet…

le risponde con tenerezza la donna,

It’s half an hour that we have been watching you. You are so keen on blowjob

Li abbiamo salutati il più cordialmente possibile e ce ne siamo andati in fretta.

Poi la Franci mi ha detto che quella sera stessa in albergo le avrei dovuto leccare di nuovo la fica, perché quella stronza nel parco le aveva tolto tutto il gusto. E così ho fatto.

Senonché, il giorno dopo cambiamo parco e ci appartiamo di nuovo. Mentre stiamo ancora limonando sull’erba arriva una coppia di uomini che ci guardano distrattamente, poi si voltano e cominciano a spogliarsi. Franci mi ferma la mano con cui la stavo accarezzando in mezzo alle cosce e rimane come ipnotizzata con gli occhi incollati su quei due.

Li guardo anch’io. A un certo punto si son messi completamente nudi e si sono sdraiati per terra, cominciando ad amoreggiare.

Franci non ci poteva credere. Non aveva mai visto due uomini scopare, eppure quelli là le piacevano. Di uno mi ha detto che era un figo da paura. Dopo un po’ però ci siamo spostati da un’altra parte. Eppure abbiamo capito che lì da quelle parti e in quei luoghi viene abbastanza normale fare i guardoni ed essere guardati.

Una volta Franci era andata a fare la pipì in mezzo agli alberi e, mentre la aspettavo, mi sono accorto che in un angolo una ragazza stava producendosi in un pompino da brivido. La pipì di Franci è stata abbastanza lunga da permettermi di vedere quando lui le è venuto in bocca. La ragazza ha sputato lo sperma e poi ha incrociato per caso il mio sguardo.
Per un momento ho temuto il peggio, ma in realtà lei si è messa a ridere e con lei il suo compagno e mi hanno salutato con la mano. Franci è arrivata, li ha visti, ha guardato me, ha guardato lui con la faccia soddisfatta che devo avere anche io dopo un orgasmo e ha capito tutto.

And now you watch me!

annuncia Franci a gran voce.

Che cosa?! Non ci potevo credere…

Me…” prosegue lei “and him…” aggiunge indicando me.

Poi mi mette una mano sul pacco e mi fa uscire il pisello dai pantaloni. Non so nemmeno cosa mi prende.

La aiuto e mi spoglio.

Ci giriamo bene verso di loro e poi Franci si inginocchia e me lo lecca, prima alla base, poi fino alla cima, poi lo prende in bocca.

La coppietta si avvicina un po’ incerta, a piccoli passi. Francesca continua a esibirsi sul mio cazzo e a me vengono i primi sospiri.

La coppietta confabula qualche istante. Poi la ragazza dice:

Can I do on him?

Franci si ferma e mi lascia scivolare fuori dalle sue labbra.

What?” le domanda con una risata incredula, guardando la ragazza negli occhi.

Yes!” prosegue lei, “Would you like an exchange?

My god…” sussurra Franci ridacchiando. Poi mi guarda, come per vedere che cosa ne pensassi.

Le sorrido

I think that for my boyfriend…” riprende Franci emozionata “it would be not a problem…

And for you?” le domanda la ragazza.

Franci le dice che lui non può guardare. Allora lui si tira fuori il pisello e comincia a masturbarsi. Niente da fare. Franci non ne vuole sapere. L’exchange si può fare solo se lui se ne va per cinque minuti.

Rassegnato, il ragazzo se ne va, probabilmente a farsi una sega, dietro un gruppetto di alberi più in là.

Allora la sconosciuta sorride e si inginocchia prendendo il posto di Franci tra le mie gambe. Chiedo a Franci se ne è proprio sicura, ma lei mi fa cenno di stare tranquillo.

E così me lo sono fatto succhiare da quella ragazza. Aveva uno stile un po’ diverso dalla Franci. In realtà se l’è preso tutto fino alla gola e me lo ha lavorato fino alla fine.

Mamma mia quanto ho goduto…

Poi Franci ha richiamato il ragazzo e gli ha detto che se voleva gliela poteva leccare. Così sono stato a guardarli, Franci distesa sull’erba con le gambe aperte e lui a pancia sotto che si dava da fare. Sembrava bravo, eppure non riuscivo se non a fatica a controllare il mio istinto aggressivo su quel bastardo. Poi Franci ha mugolato e me ne sono andato per non vedere più altro.

L’ultimo giorno di vacanza sembravamo due fidanzatini della prima ora, mano nella mano, come se ci fossimo appena messi assieme. Ci siamo giurati mai più scambi di coppia, sì invece a spazi apert, anche se in Italia non si può.

Basta trovare i luoghi sicuri.

Comunque una delle cose più belle di questa esperienza è stata che anche Franci (poi me lo ha confidato) avrebbe voluto strangolare la tipa mentre mi spompinava.

Lì ho capito proprio che mi amava alla follia, quando mi ha detto che si è fatta violenza per rimanere a guardare anche mentre godevo.

Dice che lo ha fatto per me, perché ha capito che mi sarebbe piaciuto godere nella bocca di quella sconosciuta. Lo ha capito dal mio sorriso.

Però ricordati che il tuo cazzo è solo mio e tu ne disponi solo perché lo decido io!

Una vera dichiarazione d’amore in piena regola.






Ultimo Aggiornamento: 12 ottobre 2016

1 Amsterdam Escort novembre 12, 2016 alle 12:23

Bella Franci, sei bravissi mi dispiace per la “brutta” (eccitante situazione) di essere guardata da una straniera. Penso che sarebbe una bella esperienza per me se una Dutch ci stava guardango quando mio amorosso mi leccava la patatta! Pero dai su pian pian si ariv lontan e poi Amsterdamo e fatto per queste cose, perche le limite non sono cosi basse come per esempio a Roma o altre citta! Comunque per queli che vengono ad Amsterdam, cercate la nostra agenzia Amsterdam Top Escort per una bella esperienza, giustamente non cosi piccante come questa di Fraci 🙂 Ciao ragazzi, statemi benne!

Rispondi

Vuoi Commentare?

Previous post:

Next post: